PROVE DI GIUBILEO. Attenzione ai dettagli!

di Vittoria Di Fabio.

E’ tautologico affermare che in occasione del Giubileo della Misericordia, indetto da Papa Francesco molti anni  prima di quanto previsto, occorre prenotare al più presto se si intende trascorrere un soggiorno accettabile nella città eterna, analizzando e tentando varie soluzioni.

Da parte di chi dovrebbe conoscere la realtà più di ogni altro si asserisce che non ci sono problemi insistendo nel dire che tutto è pronto. Non vogliamo nutrire dubbi ma crediamo che c’è del  vero anche in chi si preoccupa non poco.

A parte i lavori in corso e quelli ancora da intraprendere, sappiamo per certo che milioni di pellegrini si riverseranno nella nostra città con i loro desideri e con loro le individuali personali esigenze.

Primo fra tutti esploderà il problema del trasporto che risulta tutt’altro che confortevole già quando la città deve far fronte al normale carico di persone che si muovono per recarsi al lavoro. Nel momento in cui si verificherà un’enorme affluenza di pellegrini e di turisti quando dovrà sostenere ritmi, quantità, modalità e esigenze diverse non mancherà di manifestarsi qualche intrinseca debolezza.

Inoltre anche altri servizi presentano già carenze ingiustificate nel quotidiano. Mi riferisco a frequenti ritardi per quanto riguarda i treni, alla nostra metropolitana con dimensioni da plastico ed in particolare alle condizioni igieniche spesso inaccettabili negli esercizi pubblici di Roma, che saranno, al di là di ristoranti ed alberghi, frequentati da tutti. Non capita di sentire interventi efficaci di controllo nei confronti di queste carenze che, proprio perché capillarmente necessarie, tendono a formare un giudizio forse superficiale ma indelebile nell’esperienza degli innumerevoli visitatori.