Author Archives: ALTRiTALIA

TERZO MILLENNIO. Gli italiani si rovinano mentre i privati lucrano…

Gli italiani si rovinano mentre i privati lucrano: così siamo diventati il Paese delle slot machine di Fabrizio Gatti. Anziani, adolescenti e perfino bambini. Poveri e ricchi. Tutti appassionati dall’azzardo. Viaggio in un affare da decine di miliardi che lo Stato continua a favorire. Incassando però sempre meno. La mattina in classe. La sera a scommettere soldi fino a tardi. Noia e slot-machine. L’avvicinamento tra scuola e luoghi del gioco d’azzardo sembra rendere bene. Stasera, un mercoledì qualunque tra le […]

Read more

Todorov: Sul buono e il cattivo uso di ‘natura umana’

di Tzvetan Todorov *. Il dibattito sulla ‘natura umana’ non si è spento, tutt’altro; ma se ha ancora senso oggi utilizzare questa nozione ‘non può essere né alla maniera di Montaigne – ‘tutto è cultura’ – né secondo la prospettiva di Diderot – ‘tutto è natura’ – bensì prolungando le domande che furono di Rousseau, e cercando risposte che siano ancora più adeguate. Ai giorni nostri si ha qualche ripugnanza a riferirsi alla «natura umana». Questa espressione sembra aver partecipato […]

Read more

SCUOLA. Valeria Fedeli all’Istruzione, le auguriamo un po’ di incoerenza

di Alex Corlazzoli. Se c’è una qualità nel nuovo ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, è la coerenza. Su questo non ci sono dubbi. Coerente alla linea Stefania Giannini. Non aspettiamoci alcuna rivoluzione alla Legge 107. I tanti insegnanti arrabbiati, indignati che al referendum costituzionale sono andati a votare No per dare una lezione al governo, possono stare sereni come direbbe Matteo Renzi. Non cambierà assolutamente nulla. Il nuovo ministro è tra i fedelissimi al Partito, non farà sgarri al segretario. Primo fra […]

Read more

DOPO REFERENDUM. Che sia chiaro, loro non mi rappresentano

di Giovanni Puglisi. L’unica alleanza è stata quella per la difesa della democrazia, forse. Adesso a bocce ferme, come si usa dire, alcune cose occorre dirle. Anche stavolta l’abbiamo scampata. Dopo Berlusconi, anche il giovanotto di Rignano sull’Arno e il gruppo dei suoi fedeli toscani (il famigerato giglio magico) stava per mandare all’aria una delle carte costituzionali che tutto il mondo ci invidia, una Costituzione nata dal sacrificio di un’intera generazione che ha dato la vita ieri per garantire a […]

Read more

REFERENDUM. THE DAY AFTER. I puntini sulle i

di Giuseppe Tramontana. Ho atteso un paio di giorni. Ma, a questo punto, occorre mettere i puntini sulle i. Io personalmente ho vissuto con intensità crescente questo scontro sul referendum e, spesso i toni si sono anche inaspriti, sfiorando la rissa o l’insulto. Me ne pento? Sarei ipocrita se dicessi di sì. Mi dispiace, certamente, null’altro. Non sono stato io a cercare la rissa e non sono stato io a proporre porcherie sotto forma di riforme costituzionali. Io – e […]

Read more

Quer pasticciaccio brutto della riforma costituzionale (2^p).

di Giuseppe Tramontana. Quer pasticciaccio brutto della riforma costituzionale / 18 Quando si dice provarle tutte. Ieri sera (29 novembre) Renzi ci ha provato per strappare gli ultimi consensi. E, forse, qualcuno ci cadrà, chissà. Prima delle dieci di sera gli italiani collegati in diretta streaming con il Presidente del Consiglio hanno potuto vedere un facsimile della scheda elettorale per il Senato. Malgrado il Senato, secondo la riforma costituzionale (art. 57 comma 2) non sarà più eletto direttamente dai cittadini, […]

Read more

”Parlamento eletto con legge incostituzionale non è legittimato a modificare Costituzione”

La trascrizione dell’intervento integrale del magistrato di Palermo, Nino Di Matteo di Giorgio Bongiovanni – Video Riportiamo il discorso integrale del pm Nino Di Matteo intervenuto ieri a “Una notte per la Costituzione”, evento organizzato dal Comitato “Liberi cittadini per la Costituzione” a Palermo. Il magistrato dopo aver sottolineato l’importanza di difendere la Costituzione e richiedere la sua reale attuazione invece che modifica è entrato nel vivo della riforma sulla quale ogni cittadino è chiamato a votare nel Referendum del […]

Read more

Referendum, il rischio di portare indietro l’orologio della Storia

di Roberto Scarpinato*. Con la riforma si introduce una Costituzione alternativa e antagonista. Il mio dissenso nei confronti della riforma costituzionale è dovuto a vari motivi che, per ragioni di tempo, potrò esplicare solo in piccola parte. In primo luogo perché questa riforma non è affatto una revisione della Costituzione vigente, cioè un aggiustamento di alcuni meccanismi della macchina statale per renderla più funzionale, ma con i suoi 47 articoli su 139 introduce una diversa Costituzione, alternativa e antagonista nel […]

Read more

MONDO. Eduardo Galeano spiega Fidel a Saviano

di Eduardo Galeano. I suoi nemici dicono che è stato un re senza corona e che ha confuso l’unità con l’unanimità. E in questo i suoi nemici hanno ragione. I suoi nemici dicono che se Napoleone avesse avuto un giornale come il <<Granma>>, nessun francese sarebbe stato messo al corrente del disastro di Waterloo. E in questo i suoi nemici hanno ragione. I suoi nemici dicono che esercitò il potere parlando molto e ascoltando poco, perchè era più abituato agli […]

Read more

Quer pasticciaccio brutto della riforma costituzionale (1^p.)

di Giuseppe Tramontana. Quer pasticciaccio brutto de la riforma costituzionale/1 L’art. 57 della riforma prevede che “Il Senato della Repubblica è composto da novantacinque senatori rappresentativi delle istituzioni territoriali e da cinque senatori che possono essere nominati dal Presidente della Repubblica. I Consigli regionali e i Consigli delle Province autonome di Trento e di Bolzano eleggono, con metodo proporzionale, i senatori tra i propri componenti e, nella misura di uno per ciascuno, tra i sindaci dei Comuni dei rispettivi territori. […]

Read more
1 2 3 85